SEI IN > VIVERE LOMBARDIA > SPORT
articolo

Serie A: dopo l'Inter, domenica anomala anche per il Diavolo

2' di lettura
84

Dopo la sconfitta, più che discutibile, dell'Inter sul campo del Sassuolo, anche il Milan vive una domenica molto anomala, fermata da un ottimo e, sempre più sorprendente, Genoa di Alberto Gilardino. Una battuta d'arresto per la compagine di Stefano Pioli che, complice i pareggi di Bologna e Juventus, si mantiene al secondo posto.

Domenica anomala per le milanesi. Dopo la sconfitta di sabato sera rimediata dall'Inter sul campo del Sassuolo, una “debacle” più che discutibile, anche il Milan lascia un po' a desiderare in questo weekend calcistico.

La sfida di San Siro contro il sorprendente Genoa di Alberto Gilardino si rivela più difficile del previsto. Una partita subito in salita per il Diavolo rossonero che si trovato sotto di un goal dopo appena 5' minuti. Il Genoa si è portato in vantaggio con Retegui che ha trasformato un calcio di rigore, tornando a segnare dopo due mesi di astinenza. I rossoneri reagiscono, provano a costruire gioco e occasioni da goal, e giungono al pareggio allo scadere con l'ex romanista, Alessandro Florenzi.

Giocare contro questo Grifone ha solo un significato: “mai dare niente per scontato”. Un colpo di testa del bravo Ekuban riporta in vantaggio la formazione ligure che subisce il pareggio di Gabbia, marcatura sempre di testa, al minuto 72'. Il sereno sembra splendere sul fronte milanista quando Olivier Giroud, appena tre minuti dopo, realizza la rete del 3-2.

“Purtroppo, l'illusione è sempre dietro l'angolo”. Al minuto 86', un cross proveniente dalla fascia di sinistra è deviato, sfortunatamente, dal giocatore Malick Thiaw. Fischio finale, 3-3 il risultato, un punto per parte, più che giusto considerata la grande determinazione della squadra di Gilardino, un ex di lusso che fa il suo “scherzetto” di maggio al vecchio Diavolo. Stefano Pioli, dal canto suo, nonostante la delusione per i due punti lasciati in strada si può consolare per il pareggio della Juventus all'Olimpico contro la Roma. Il secondo posto, prezioso per la prossima Champions League, non è ancora blindato, matematicamente, ma i bianconeri e il Bologna sono, costantemente, tenute a bada.



Questo è un articolo pubblicato il 06-05-2024 alle 10:54 sul giornale del 07 maggio 2024 - 84 letture






qrcode