SEI IN > VIVERE LOMBARDIA > CULTURA
comunicato stampa

Milano: Museimpresa partecipa a MuseoCity 2024

23' di lettura
110

Museimpresa – l’associazione italiana degli archivi e dei musei d’impresa – partecipa a Milano MuseoCity 2024, la settimana tematica promossa dal Comune di Milano e dall’Associazione MuseoCity ETS, che si terrà dal 1 al 5 marzo. 

L’ottava edizione della kermesse celebra il capoluogo lombardo con il tema “Mondi a Milano”, un omaggio alle peculiarità della città come crocevia di culture e fonte d’ispirazione per l’arte e la creatività.

Sono 15 i musei e gli archivi aziendali associati a Museimpresa che apriranno le loro porte proponendo tour, visite guidate, laboratori per bambini e workshop. Alcuni aderiscono da diversi anni: ADI Design Museum, Fondazione AEM, Fondazione Corriere della Sera, Fondazione Mansutti, Fondazione Pirelli, Galleria Campari, Molteni Museum, MUMAC - Museo della macchina per caffè di Cimbali Group, Museo Fratelli Cozzi, Museo Nazionale Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci, Museo Teatrale alla Scala e Officina Rancilio 1926. Invece, altri sono nuovi partecipanti all’iniziativa: l’Archivio Storico e Museo Diffuso Sisal, l’Archivio Storico Fondazione Fiera Milano e l’Archivio Storico Touring Club Italiano.

“I musei e gli archivi d’impresa partecipano a Museocity perché siamo convinti che questa sia una importante iniziativa per fare crescere la coscienza di essere una comunità. È solo tramite la consapevolezza di ciò che siamo, la memoria del nostro passato e la valorizzazione dell’enorme patrimonio culturale e industriale italiano che è possibile comprendere come la chiave per innovare e crescere sia investire sulle persone e sul capitale sociale, veri motori del nostro Paese” dichiara Antonio Calabrò, Presidente di Museimpresa.

Cinque giorni durante i quali Museimpresa e i suoi associati si impegnano a far scoprire, a cittadini e turisti, il patrimonio museale e archivistico milanese e lombardo.

Dopo il successo dello scorso anno, Museimpresa organizza lunedì 4 marzo, alle ore 18.30, la visita guidata gratuita all’ADI Design Museum, “#UNMUSEOALMINUTO. Museimpresa per MuseoCity”, un’iniziativa per far scoprire gli oggetti di design che raccontano la storia delle imprese italiane e quella del Paese. La prenotazione è obbligatoria, fino a esaurimento posti, scrivendo all’indirizzo support@adidesignmuseum.org.

In dettaglio le attività e le aperture straordinarie degli associati:

ADI Design Museum

ADI Design Museum propone le seguenti mostre (gratuite e a pagamento), sabato 2, domenica 3, lunedì 4 e martedì 5 marzo, ore 10.30 - 20 (ultimo ingresso ore 19.15):

1. The New Poetic Activism. Il design italiano alla ricerca degli oggetti inevitabili.

A cura di Mario Trimarchi.

La mostra "The New Poetic Activism", a cura di Mario Trimarchi, offre una sintesi incisiva della ricerca poetica contemporanea nel design italiano. Attraverso modelli, prototipi e materiali inediti di 17 designer italiani (Andrea Anastasio, Federica Biasi, Francesco Binfaré, Andrea Branzi, Maddalena Casadei, Lorenzo Damiani, Michele De Lucchi, Francesco Faccin, Formafantasma, Marta Laudani, Giovanni Levanti, Francesco Librizzi, Raffaella Mangiarotti, Francesco Meda, Valerio Sommella, Elena Salmistraro, Paolo Ulian) la mostra sollecita una riflessione critica sulla relazione tra le persone e gli oggetti, proponendo nuovi oggetti poetici come possibili guide nel ridisegnare l'abitare del prossimo futuro.

L’ingresso è gratuito.

2. DESIGN CONVIVIO. Otto protagonisti politecnici all’ADI Design Museum

A cura di Giampiero Bosoni e Paola Bertola.

Il Politecnico di Milano presenta all’ADI Design Museum la mostra Design Convivio, curata da Giampiero Bosoni e Paola Bertola, che offre un immaginario dialogo tra figure di spicco nel campo del design come Gio Ponti, Franco Albini, Achille Castiglioni e non solo. Questi pionieri, laureati e docenti del Politecnico, hanno svolto un ruolo cruciale nello sviluppo del design. L'allestimento, ideato da Ico Migliore, crea un ambiente conviviale tra questi protagonisti, mentre i dialoghi, basati su citazioni originali, sono curati e interpretati da Gianni Biondillo e Paola Albini.

L’ingresso è gratuito.

3. Lunedì 4 e martedì 5 marzo, ore 10.30-20 (ultimo ingresso ore 19.15)

Mendrisio-Milano. I diplomi dell'Accademia di Architettura dell'Università della Svizzera Italiana 2023

A cura di Riccardo Blumer, con Monica Sciarini e Stefania Murer.

La mostra mette in scena una selezione dei lavori dei diplomandi dell'Università che si sono concentrati su Milano, con la direzione di Riccardo Blumer, nell’anno 2023.

Il lavoro prevede la selezione di una città, dove gli atelier di progetto scelgono aree o luoghi specifici su cui intervenire in modo libero, seguendo le suggestioni proposte.

Riccardo Blumer ha chiamato per l’occasione degli "autori", ovvero storici, critici, curatori, artisti, fotografi che introducessero Milano secondo la loro prospettiva, così da offrire una lettura che potesse servire da orientamento per i progetti.

La mostra presenta circa 100 modelli dei progetti, realizzati dagli studenti sotto la guida dei rispettivi professori, ed esposti in ordine di appartenenza ai diversi atelier.

I progetti non solo "leggono" la città e i suoi "nervi scoperti", ma anche le sue qualità storiche e contemporanee che la rendono (ricordandocelo), unica.

Attraverso architetture inimmaginabili o assolutamente risolutive e con la forza della disciplina applicata con strumenti professionali (gli atelier sono guidati tutti da architetti riconosciuti internazionalmente), Milano si espone per la città meravigliosa e fragile che è rendendoci indifferentemente responsabili.

L’ingresso è gratuito.

4. Il cucchiaio e la città. Mostra permanente Collezione Storica Compasso d'Oro.

"Il cucchiaio e la città” presenta i progetti premiati con il Compasso d’Oro, il più antico riconoscimento di design al mondo. Attraverso un racconto permanente e flessibile, la collezione mette in evidenza la qualità di progetti Made in Italy, in una narrazione scandita da 27 tappe che si sono succedute dal 1954 a oggi. Un percorso intessuto di quotidianità e anticipazioni di modelli di consumo e di vita.

L’ingresso è a pagamento.

5. Fotografia alla Carriera. Omaggio della fotografia italiana ai maestri del Compasso d’Oro.

ADI Design Museum presenta la mostra “Fotografia alla Carriera. Omaggio della fotografia italiana ai maestri del Compasso d’Oro”, un progetto espositivo a cura di Giovanni Chiaramonte e Michele Nastasi.

Una raccolta di 151 immagini in formato poster, specchio della fotografia italiana contemporanea. La mostra, dunque, non si pone solo come omaggio dei fotografi contemporanei ai compassi d’oro, ma come riflessione sulla fotografia stessa, e un riconoscimento dell’unicità, complessità e eccellenza dell’ambito fotografico che si è formato nel corso del tempo in rapporto al design italiano.

Ogni visitatore ha l'opportunità di scegliere e portare con sé un poster come memoria tangibile delle eccellenze del design italiano e internazionale.

L’ingresso è a pagamento.


Sabato 2 e domenica 3 marzo, ore 11 | 15 | 17

MuseoKids (5-10 anni) | Mondi a tavola. Laboratorio per bambini e genitori

Il Junior Design Lab dell’ADI Design Museum Compasso d’Oro propone una serie di laboratori per famiglie dedicati al tema “Mondi a Milano”, focalizzando sulla convivialità partecipativa e multietnica. Pensati come momento educativo e d’intrattenimento per l’intera famiglia, i laboratori rappresentano un percorso di introduzione al design, ai metodi di progettazione, alla relazione forma-materiale e alla realizzazione di piccoli oggetti, attraverso le fasi del comprendere, analizzare, immaginare e costruire. “Mondi a tavola” affronta il tema della città condivisa a partire dal cibo, introducendo le differenti culture culinarie, le ricette, i diversi strumenti e i diversi rituali che costituiscono un momento d’incontro fra individui. Insieme ci si procura il cibo, insieme lo si prepara, insieme lo si consuma, condividendo storie. Ispirati dai pezzi iconici vincitori del Compasso d’Oro i partecipanti saranno invitati a progettare un pranzo a cui parteciperanno diverse persone e diverse culture, inventando strumenti nuovi, nuovi cibi e nuovi rituali che riflettano al meglio il senso di inclusività e partecipazione. Le attività di laboratorio, adatte a bambini dai 5 ai 10 anni, sono aperte alla partecipazione dei genitori e hanno la durata di un’ora e mezza. I biglietti sono disponibili al link https://www.eventbrite.it/o/junior-lab-adi-design-museum-33408178629 (il biglietto per i genitori è riservato al solo accesso al laboratorio e non permette l’accesso al museo).Per maggiori informazioni scrivere all’indirizzo jlab.tickets@gmail.com.

Sabato 2, domenica 3 e martedì 5 marzo, ore 18.30

Visita guidata | Design Beyond Borders: Mondi a Milano

ADI Design Museum esplora il tema "Mondi a Milano" attraverso una visita guidata che celebra il Premio Compasso d'Oro e come il design italiano si sia evoluto nel corso degli anni diventando un crocevia globale di creatività. Dal primo premio internazionale nel 1955 alle collaborazioni rivoluzionarie come, tra le tante, quella tra Philippe Starck e Kartell, tra Marco Zanuso e Richard Sapper, sottolineando l'apertura della città a prospettive e idee provenienti da tutto il mondo, ad esempio dal Giappone con Issey Miyake o dagli USA con Richard Meier. Esploreremo come il design milanese non solo abbia conquistato il mondo, ma anche di come questi progetti hanno riflettuto la capacità di Milano di abbracciare e integrare influenze culturali eterogenee, invitandoci a scoprire come la diversità sia diventata un valore fondamentale. Ogni oggetto racconta una storia di incontri, collaborazioni e progetti che hanno contribuito a rendere Milano una città multietnica, estremamente lontana ed estremamente vicina ai cuori di artisti e designer.

L’attività è inclusa nel prezzo del biglietto. Per informazioni e prenotazioni (fino a esaurimento posti): support@adidesignmuseum.org.

Archivio Storico e Museo Diffuso Sisal

Sabato 2 marzo, ore 11 e ore 15

Apertura straordinaria e visita guidata | Emilio Tadini per Sisal | Il nuovo millennio tra fiaba e visioni

All'alba del nuovo millennio, a circa 55 anni dalla sua nascita, Sisal si aprì a nuove sfide.

Attraverso l'occhio dell'artista Emilio Tadini e della sua opera "La grande fiaba" per scoprire questo pezzetto di storia d'impresa. Un racconto che restituisce l'immagine di una Milano stimolante, crocevia di scambi culturali. Una città che l'artista e Sisal hanno in comune.

Sabato 2 marzo verranno aperte le porte del Museo Diffuso e verrà data la possibilità di conoscere “La grande fiaba” creata da Tadini nel 2001, attraverso due visite guidate alle ore 11 e alle ore 15. È richiesto di presentarsi 15 minuti prima dell'inizio della visita per consentire le procedure di accettazione.

L’ingresso è gratuito, con prenotazione obbligatoria cliccando al link https://forms.office.com/pages/responsepage.aspx?id=okrXcur_VEiyRmJBhF7l_8oWVM90oGNIssWrQXOkGOBURE9XNUI3MVFHSDIwUEwwTjNPM0E0SVdIMC4u&origin=lprLink&wdLOR=c79F18FE0-F7FD-F345-9730-BC34096E7505

Per maggiori informazioni è possibile scrivere all’indirizzo corporate.heritage@sisal.it


Archivio Storico Fondazione Fiera Milano

Lunedì 4 e martedì 5 marzo, ore 10.30

Apertura straordinaria e visita guidata | “Passeggiate Urbane – Dalla Campionaria a Citylife a…”

Un percorso che, partendo dalla Palazzina degli Orafi in largo Domodossola, 1 (sede di Fondazione Fiera Milano) condurrà i partecipanti lungo un itinerario all’interno di CityLife, uno dei quartieri di Milano che è più profondamente mutato negli ultimi anni passando dall’aver accolto per oltre 80 anni la Fiera più importante d'Italia a luogo iconico, universalmente riconosciuto come uno dei simboli architettonici e urbanistici della Milano del terzo millennio.

Un’area che ancora non ha completato la propria metamorfosi e che nei prossimi anni vedrà ulteriori cambiamenti improntati sempre all’eccellenza e alla massima vivibilità.

Un percorso a tappe per scoprire aneddoti legati alla storia di alcuni luoghi che oggi sorgono sull’area ex Fiera e nelle aree circostanti, come i grattacieli di Piazza Tre Torri, il parco pubblico, il Palazzo delle Scintille, il Velodromo Vigorelli, le Palazzine degli Orafi, il Centro Congressi Allianz MiCo.

L’obiettivo è quello di raccontare la città come “ambiente di apprendimento”, per non limitarsi semplicemente a fruirne i luoghi, ma anche prendendosi un momento per conoscerne la storia portando alla luce una memoria urbana che permetta di comprendere meglio il passato, vivere il presente e immaginare il futuro. Con qualche sorpresa lungo il percorso. La partecipazione è gratuita, è obbligatoria la prenotazione, indicando giorno e orario di adesione scrivendo all’indirizzo u.stampa@fondazionefiera.it.

Archivio Storico Touring Club Italiano

Martedì 5 marzo, ore 11 e ore 14

Apertura straordinaria e visita guidata | Il mondo in un archivio

Una visita a una selezione di fotografie tra le migliaia di foto vintage che raccontano il mondo del Novecento: dall'Afghanistan all'India alla Patagonia, attraverso lo sguardo di grandi fotografi o semplici viaggiatori. Un caleidoscopio di luoghi, volti, storie. L’ingresso è gratuito a gruppi di massimo 10 persone.

Fondazione AEM

Sabato 2 marzo, ore 10.30-18.30

Apertura straordinaria e visita guidata | Visite guidate AEMuseum

Fondazione AEM apre le porte del suo AEMuseum con visite guidate alla nuova area espositiva rivolta al contemporaneo, dove il patrimonio storico di AEM dialoga in stretta sinergia con gli obiettivi di sviluppo sostenibile e i temi della diversità e dell'equità di genere. L’ingresso è gratuito con prenotazione obbligatoria scrivendo all’indirizzo fondazioneaem@a2a.eu.

Fondazione Corriere della Sera

Venerdì 1 e martedì 5 marzo, ore 16 e domenica 3 marzo, ore 12

Apertura straordinaria e visita guidata | Il Corriere senza confini

Dal 2001 la Fondazione Corriere della Sera custodisce un patrimonio culturale dichiarato di notevole interesse storico dalla soprintendenza archivistica per la Lombardia fin dal 1976, un prezioso archivio editoriale unico nel suo genere, costituito da quasi 2 km lineari, distribuito su due sedi, in cui sono conservati molteplici e variegati materiali che coprono un arco cronologico che va dal 1876 fino agli anni 2000. Le visite guidate all'archivio storico sono per massimo 35 partecipanti per volta. L’ingresso è gratuito con prenotazione obbligatoria al link: https://www.fondazionecorriere.corriere.it/iniziative/il-corriere-senza-confini/?preview_id=267789&preview_nonce=b68a48b91e&_thumbnail_id=267813&preview=true


Fondazione Mansutti

Venerdì 1 marzo, ore 18.30

Apertura straordinaria e altre attività | Che Impresa! Spettacolo teatrale sulla storia dell'assicurazione

Dalla fantasia e dalla creatività di Michela Marelli nasce una brillante e interessante performance di Teatro di Narrazione che, attraverso la voce e l'interpretazione di tre giovani attori, racconta la storia del fenomeno assicurativo: un'esilarante e appassionante sequenza di aneddoti e curiosità sul mondo dell'assicurazione, partendo dai primi contratti stipulati da mercanti italiani del Trecento fino alla figura - spesso controversa - dell'agente assicurativo del mondo contemporaneo.

In collaborazione con Teatro in-folio. Con Andrea Lopez, Beatrice Marzorati e Davide Scaccianoce.

L’ingresso è gratuito con prenotazione obbligatoria, scrivendo all’indirizzo biblioteca@mansutti.it o telefonando al numero 02 87064280 (attivo da lunedì a venerdì, dalle 14 alle 18).

Fondazione Pirelli

Venerdì 1 marzo, ore 16.30 | 19

Apertura straordinaria e visita guidata | Obiettivo Milano: Pirelli e la città attraverso lo sguardo dei fotografi

Fondazione Pirelli partecipa a MuseoCity 2024 con una visita guidata che racconta la città di Milano attraverso le fotografie e i documenti storici e contemporanei conservati nell’Archivio aziendale. Si potranno scoprire i diversi volti del capoluogo lombardo: Milano città in movimento, nei reportage della Rivista Pirelli con la trasformazione della mobilità dal Dopoguerra a oggi; Milano città del lavoro e dell’innovazione, nelle immagini dei luoghi della ricerca e della produzione, del Grattacielo Pirelli e delle Università; Milano città delle arti, nelle attività culturali di Fondazione Pirelli, dello spazio espositivo di arte contemporanea Pirelli HangarBicocca e delle numerose istituzioni del territorio; Milano città del Made in Italy, nei servizi fotografici di moda e delle fiere ed esposizioni internazionali.

La durata è di 60 minuti circa e l’ingresso è gratuito con prenotazione obbligatoria, al https://www.fondazionepirelli.org/it/prenotazione/visite-guidate-fondazione-pirelli-per-museocity-2023-obiettivo-milano-pirelli-e-la-citta-attraverso-locchio-dei-fotografi/

Le iscrizioni si chiuderanno mercoledì 28 febbraio 2024.

Venerdì 1 marzo, ore 17.30

MuseoKids (7-11 anni) | Un salto a Milano

Un viaggio tra passato e presente alla scoperta di alcuni dei luoghi più iconici di Milano visti attraverso lo sguardo di grandi fotografi, dalla cima al Grattacielo Pirelli che domina su piazza Duca d’Aosta, scendendo dove si sta scavando per la costruzione della metropolitana di Milano, proseguendo in mezzo al traffico di piazza del Duomo e della Stazione Centrale, e ancora tra le opere della Triennale e di Pirelli HangarBicocca. Con carta, matite e una buona dose d’immaginazione, i partecipanti potranno colorare e animare uno degli scatti creando un “pop up”. Nel frattempo, gli adulti accompagnatori avranno modo di visitare la Fondazione Pirelli e le sue mostre. La durata è di 60 minuti circa, è pensato per bambini tra i 7 e gli 11 anni. I gruppi sono formati da 20 partecipanti (accompagnati da un adulto) e l’ingresso è gratuito con prenotazione obbligatoria al link https://www.fondazionepirelli.org/it/prenotazione/museocity-2024-un-salto-a-milano-laboratorio-didattico/

Le iscrizioni si chiuderanno mercoledì 28 febbraio 2024.

Galleria Campari

Sabato 2 e domenica 3 marzo, ore 10.30 | 12.30 | 14.30 | 16.30

Apertura straordinaria e visita guidata | Campari in tram - visita guidata

Galleria Campari apre le sue porte il 2 e il 3 marzo invitando tutti i visitatori a partecipare a visite guidate a un prezzo agevolato in occasione di MuseoCity. I partecipanti potranno scoprire, oltre alla collezione permanente e alla mostra fotografica temporanea “Bar stories on camera. Galleria Campari / Magnum Photos”, anche una parte della storia della comunicazione di Campari solitamente custodita in archivio: fotografie inedite di tram storici, da sempre simbolo della città di Milano che, in giro per la città lombarda e non solo, portavano in viaggio il nome dello storico brand milanese diventando parte integrante del tessuto sociale e culturale del territorio.

L’ingresso è a pagamento, con prenotazione obbligatoria al link https://www.campari.com/it-it/galleria-campari/prenota%20ora/#id=guided-tour-museocity

Domenica 3 marzo, ore 11 | 15

Altre attività | Campari in tram - Art pills

Art Pills: durante le visite in autonomia delle ore 11 e delle ore 15 i visitatori potranno seguire un breve approfondimento gratuito sul materiale inedito esposto in occasione di MuseoCity: un focus di 10 minuti sulla storia dei tram brandizzati Campari. L’ingresso è a pagamento con prenotazione obbligatoria al link https://www.campari.com/it-it/galleria-campari/prenota-ora/


Molteni Museum

Apertura venerdì 1, lunedì 4 e martedì 5 marzo, ore 10-16

In occasione dell’edizione di Museo Segreto “Mondi a Milano”, Molteni&C. intepreta il tema attraverso una rilettura dell’iconico tavolo Arc disegnato con Foster + Partners. Si ritrova in Arc, così come in numerosi altri prodotti sviluppati con importanti designer provenienti da tutto il mondo, la capacità tipica del brand di tradurre ispirazioni personali e internazionali attraverso il suo tipico know how italiano. Un’armonia complessiva raggiunta attraverso la ricerca di un equilibrio perfetto tra mondi differenti, linguaggi e relazioni territoriali.

Attirato dalle forme fluttuanti delle tensostrutture, lo studio Foster + Partners disegna Arc, insieme a Molteni&C, nel 2010. Frutto di una sperimentazione mirata e una ricerca volta all’utilizzo del cemento “leggero”, ARC è un prodotto architettonico e al contempo scultoreo, che rimanda al tempo stesso alle delicate forme di un fiore e alla suggestione di una tenda.

ARC è un oggetto fluttuante, morbido, non aggressivo e iconico, capace di apparire così leggero e sensuale nonostante la sua natura materica.

Nel 2022, ARC entra nella proposta outdoor con una finitura totalmente in cemento. Il tavolo unisce caratteristiche strutturali di resistenza ed elasticità a concetti innovativi quali la completa riciclabilità e il basso impatto ambientale del ciclo produttivo. La proposta outdoor, che si configura in un’unica dimensione, viene declinata nel colore grigio Dolomite in tutte le sue componenti. Il risultato è un tavolo scultoreo dell’essenza monomaterica. A partire dal 2024, il tavolo Arc, nella versione Outdoor, entra a far parte della collezione permanente del Molteni Museum. L’ingresso è gratuito con prenotazione obbligatoria scrivendo all’indirizzo museum@molteni.it o al link https://moltenimuseum.com/it/booking/.

MUMAC - Museo della macchina per caffè di Cimbali Group

Domenica 3 marzo, ore 15.30

Apertura straordinaria e visita guidata | Caffè a Milano: fucine culturali di mille mondi

Una visita guidata gratuita domenica alle 15.30 nella storia delle macchine per caffè espresso, nate a Milano e da Milano nel mondo, con un focus dedicato ai locali milanesi, storici e non, come fucine culturali di mille mondi, attraverso l’esposizione di alcuni documenti e fotografie tratti dall’Archivio storico di Cimbali Group e dalla MUMAC Library, Biblioteca storica del Caffè.

Dalla musica all’arte, dalle invenzioni tecnologiche ai romanzi, i luoghi di ritrovo milanesi, con le macchine per caffè protagoniste indiscusse dei locali, sono stati e sono spazi d’ispirazione creativa, di innovazione culturale e d’incontro di idee per artisti, intellettuali e inventori da tutto il mondo.

L’ingresso è libero e gratuito al museo dalle 15.00 alle 19.00.
La visita guidata gratuita è alle 15.30 con prenotazione obbligatoria al link https://www.mumac.it/prenotazioni.

Museo Fratelli Cozzi

Domenica 3 marzo, ore 15 - 18

Apertura straordinaria, visita guidata e conferenza | Arna, l'Alfa con gli occhi a mandorla. Milano | Italia - Yokohama | Giappone, fu un accordo vincente?

È una visita guidata e conferenza su Alfa Romeo Arna, l’Alfa Romeo più discussa di sempre, definita una delle auto più brutte al mondo, ha in realtà un posto speciale nel cuore di molti Alfisti! E soprattutto è ormai simpatica a tutti. L’ingresso a pagamento e la prenotazione consigliata al link: https://www.eventbrite.it/e/biglietti-arna-lalfa-con-gli-occhi-a-mandorla-speciale-museocity-2024-780677646857?aff=ebdsoporgprofile


Museo Nazionale Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci

Sabato 2, ore 15.30 | domenica 3 marzo, ore 11.30

Visita guidata | E se fossero alieni? Come accadde che a Milano vennero “scoperti” i marziani

Grazie al potente telescopio oggi esposto al Museo, sul finire dell‘800 Giovanni Virginio Schiaparelli osservò strane strutture sulla superficie del Pianeta Rosso dall’Osservatorio Astronomico di Brera. Erano forse di origine artificiale? Esisteva quindi una civiltà in grado di governare un pianeta ostile come Marte? Cosa sarebbe successo in un incontro con abitanti della Terra? Insieme al curatore di Astronomia e Spazio è possibile scoprire alcuni dei momenti più importanti che segnarono l’inizio di un dibattito non solo scientifico ma anche culturale, sociologico e religioso sulla possibilità di vita intelligente e tecnologicamente avanzata oltre la Terra. Attraverso alcuni testi si ripercorre la nascita di uno dei filoni letterari, cinematografici e televisivi che da sempre ci fa sognare: la fantascienza.

La visita guidata è consigliata dai 12 anni, la durata è di 60 minuti per un massimo di 20 partecipanti.

Sabato 2 e domenica 3, ore 10 - 14 – 16.30

Altre attività | Escape Game M4RT3! Challenge

Si crea una squadra e ci si mette alla prova con l’escape game online M4RT3!, realizzata dal Museo in collaborazione con INAF-Osservatorio Astronomico di Brera, per viaggiare in un mondo tra scienza e fantascienza partendo da Milano. Attraverso documenti di archivio e misteriosi luoghi virtuali, si scopriranno i segreti di Marte aiutando Margherita Hacker a risolvere 10 enigmi. Ogni componente del gruppo che per primo risolverà il mistero si aggiudicherà un piccolo omaggio brandizzato.

L’attività è pensata dai 16 anni, la durata è di 90 minuti, per un massimo di 3 squadre (ciascuna da 4 persone al massimo). L’attività è inclusa nel costo del biglietto di ingresso.


Museo Teatrale alla Scala

martedì 5 marzo ore 14 e ore 14.30

In occasione di Museo City 2024, il Museo Teatrale alla Scala propone visite guidate gratuite per aprire le porte ai bambini e alle bambine della scuola dell'infanzia e del primo ciclo della primaria.

Le visite coinvolgeranno direttamente i protagonisti insieme ad Artoo, un simpatico orso che ama l'arte ma non sempre la capisce e chiede aiuto proprio ai bambini, e Violetta Sconcertini la Direttrice del Museo. Insieme si scoprirà l'energia che sprigiona questo luogo iconico del canto lirico, della danza e del teatro. Avranno inoltre la possibilità unica di accedere alla mostra "Fantasmagoria Callas": un'occasione per ammirare la bellezza e la delicatezza dell'opera di Latifa Echakhch dedicata proprio alla "Divina".

Le visite sono svolte in collaborazione con Alchemilla e sono ideate per valorizzare il punto di vista dei bambini e delle bambine.

Per prenotare scrivere all’indirizzo education@alchemillalab.it.

Museo Segreto

Untitled (Tears) di Latifa Echakhch (vetro e filo di nylon, 2023)

L’installazione dell’artista franco-marocchina appartiene a uno dei suoi dispositivi di scene sospese. Siamo di fronte a un sipario. È una cortina di perle, attaccate a un refolo di fili che scendono dal soffitto. Come riporta la stessa artista:

“Il pezzo che ho proposto per un progetto di esposizione così particolare è un lavoro che si chiama Untitled (Tears) ed è semplicemente un insieme di cortine di perline di vetro con delle sfaccettature un po’ diamantate. Ed è come se questo insieme di cortine di perline cadessero, un po’ come la silhouette di una presenza fantomatica o una cascata con i riflessi dell’acqua che ci brillano sopra. È come una collana di perle caduta in seguito a un dramma o un incidente, come se non si sapesse se fosse qualcosa di bello, qualcosa di drammatico, qualcosa di triste o qualcosa di gioioso.

Tutta la fragilità e nello stesso tempo il paradosso della bellezza che metto in scena in quest’opera ha un legame molto forte con Maria Callas perché mi sono sempre chiesta: Come ha potuto incarnare tutto questo? Lo spettatore intravede una sagoma umana con le perle rosse che si sviluppano all’altezza del cuore e dalle quali traspare l’orma fantasmatica della diva. Tutta la bellezza e tutto il dolore, tutto il respiro della passione umana: questo era il mondo di Maria Callas. Lacrime di felicità, lacrime di dolore, ora squisitamente distillate nei nostri ricordi. Forse una silhouette o forse un suono”.

Officina Rancilio 1926

Da venerdì 1 a martedì 5 marzo, ore 9.30-16

MuseoKids (3-5 anni) | Arancione che passione

L’attività didattica per la scuola dell'infanzia dedicata al colore simbolo del museo OFFICINA RANCILIO 1926.

L'arancione è un colore caldo e sgargiante, che rappresenta la gioia, il cambiamento e simbolo di rinnovamento e creatività. Per il nostro museo rappresenta la macchina Z8 realizzata da Marco Zanuso che ha segnato il salto di RANCILIO nel mercato internazionale come industria moderna.

Un percorso sensoriale alla scoperta di questo colore: la sua storia, il suo utilizzo nelle diverse culture ed epoche, i suoi significati, il colore arancione oggi. I turni da un’ora sono da concordare con le insegnanti.

L’ingresso è gratuito con prenotazione obbligatoria scrivendo all’indirizzo info@officinarancilio1926.com.

Sabato 2 marzo, ore 16

MuseoKids | ARANCIONE. Che passione!!!

È una mostra-gioco e laboratorio esperienziale per bambini e famiglie dedicato al colore simbolo del museo OFFICINA RANCILIO 1926.

L'arancione è un colore caldo e sgargiante, che rappresenta la gioia, il cambiamento e simbolo di rinnovamento e creatività. Per il nostro museo rappresenta la macchina Z8 realizzata da Marco Zanuso che ha segnato il salto di RANCILIO nel mercato internazionale come industria moderna.

Un percorso sensoriale alla scoperta di questo colore: la sua storia, il suo utilizzo nelle diverse culture ed epoche, i suoi significati, il colore arancione oggi. L’ingresso è gratuito con prenotazione obbligatoria: scrivendo all’indirizzo info@officinarancilio1926.com.

Museimpresa

Museimpresa, l’Associazione Italiana degli Archivi e dei Musei d’Impresa, fondata nel 2001 per iniziativa di Assolombarda e Confindustria, riunisce musei e archivi di oltre centoquaranta imprese italiane, accomunate dall’idea che le aziende, le fabbriche, le società di servizi siano luoghi dove il passato e il futuro s’incontrano e in cui la cultura d’impresa, tra testimonianza e innovazione sia un asset fondamentale di competitività.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-02-2024 alle 16:35 sul giornale del 21 febbraio 2024 - 110 letture






qrcode