SEI IN > VIVERE LOMBARDIA > SPETTACOLI
comunicato stampa

Milano: apre la nuova stagione teatrale dell’Osoppo Theatre Valentina Cortese

5' di lettura
100

Si parla molto oggigiorno, e a ragione, della crisi dei teatri, delle insormontabili difficoltà che molte compagnie artistiche e piccole realtà teatrali devono affrontare, soprattutto dopo la pandemia, per presentare al pubblico proposte di qualità, e come troppo spesso, la mancanza di fondi e aiuti statali conduca inevitabilmente alla chiusura di sale e centri culturali.

Fa dunque notizia il coraggio e l’intraprendenza dimostrata da un gruppo di artisti, capitanati dall’attore e regista Antonio Zanoletti – numerose le sue collaborazioni con Maestri del calibro di Strehler e Ronconi - che ha scelto di andare in controtendenza inaugurando un nuovo teatro nel cuore pulsante della vita culturale lombarda, Milano, e di intitolarlo al talento e alla grazia indimenticabili di Valentina Cortese, autentica diva del teatro, scomparsa nel 2019. Zanoletti era legato alla Cortese da un’amicizia profonda e disinteressata; da qui anche la volontà di dedicare questo nuovo centro teatrale a lei, alla sua eredità umana e poetica.

Dopo un’anteprima autunnale dell’attività artistica, sarà dunque la primavera 2023, a partire dal 17 marzo e fino all’11 maggio, a vedere il fiorire dell’Osoppo Theatre Valentina Cortese, con un interessante cartellone di appuntamenti, dalla messinscena di opere classiche a proposte più contemporanee, che ha potuto giovarsi non solo dell’esperienza teatrale di Zanoletti, ma anche della competenza e della sensibilità di Gabriella Carrozza- attrice piacentina da anni attivissima sul territorio di Parma con la compagnia del Teatro del Cerchio- che oggi è anche vicepresidente della Piccola Compagnia dell’Osoppo.

Qual è stato dunque lo spirito che ha guidato questa nuova avventura? “Antonio era entrato in contatto con questa sala parrocchiale in via Osoppo 2, nella zona Ovest di Milano” spiega Gabriella Carrozza “che veniva utilizzata prevalentemente come sala cinematografica. Dopo oltre 50 anni di teatro ad altissimo livello, ha provato a dare un nuovo senso al suo percorso professionale, trasformando questo spazio in un teatro, in una vera casa per gli artisti, coinvolgendo prima me e poi altri teatranti, soprattutto attrici e attori che si erano diplomati all’ Accademia d'arte del dramma antico di Siracusa, che avevano voglia di rischiare e mettersi in gioco. Quale è stata la nostra intuizione? Quella di mettere in scena i grandi autori del passato che hanno ancora tanto da dire al pubblico di oggi, e di farlo in modo più possibile aderente alla verità del testo, con un’attenzione speciale alla parola e all’interpretazione. Oggi questa sala ha una sua identità di teatro professionale e può vantare una platea di 300 posti a sedere”

L’idea d’impresa teatrale a cui l’Osoppo Theatre Valentina Cortese intende ispirarsi è proprio quella di far riscoprire al pubblico contemporaneo l’importanza del testo e della parola recitata, nel solco di un teatro solo apparentemente più tradizionale. “Nella prima parte di stagione” racconta Carrozza“abbiamo messo in scena gli atti del processo della Monaca di Monza. Nonostante attingessimo a materiale così particolare, il pubblico è rimasto entusiasta al punto tale che a conclusione dello spettacolo abbiamo creato un momento di teatro forum, con al centro la parola, il dialogo, lo scambio”

Quello fra Gabriella Carrozza e Antonio Zanoletti è un sodalizio professionale consolidato: negli anni l’attrice è stata più volte diretta in scena da Zanoletti, soprattutto in produzioni di successo targate Teatro del Cerchio, una delle quali “Pirandello 1,2,3” tornerà proprio sul palco dell’Osoppo Theatre il 14 e 15 aprile alle 20.30.

Di certo Milano non sarà un facile terreno di conquista: tante le programmazioni concorrenti, tanta l’offerta artistica e culturale per un pubblico così eterogeneo. Cosa distingue, quindi, l’Osoppo Theatre Valentina Cortese dagli altri teatri meneghini e perché la sua nuova stagione rappresenta, anche simbolicamente, una “piccola primavera”? “Intanto è il primo teatro che vuole rendere omaggio a un’attrice straordinaria, senza pari, quale fu Valentina Cortese” conclude Carrozza “ed è un teatro non commerciale; l’idea nostra è proprio quella di entrare nel sistema teatrale rivalutando il concetto essenziale che la parola a teatro deve essere portata al pubblico secondo tecnica e studio approfondito. Vogliamo cercare di riaccendere l’attenzione di spettatori anche molto giovani, ad esempio con il ciclo di teatro universitario in collaborazione con l’associazione Kerkìs e con l’Università Cattolica, sui grandi autori classici che l’industria teatrale non considera più “attuali”. Proporremo così tragedie e commedie latine e greche, ma anche spettacoli dal linguaggio più contemporaneo con produzioni del Teatro del Cerchio e di ATIR Teatro Ringhiera. Desideriamo allontanarci da quegli spettacoli che prediligono forme e registri volti soltanto ad impressionare il pubblico, e che sembrano quasi rispondere a una nuova omologazione del linguaggio teatrale. Il teatro ha bisogno di esprimere ancora tanto, senza artifici, senza effetti speciali, parlando attraverso la forza della poesia, rivolgendosi anche al proprio quartiere di appartenenza. Del resto, nel nome che ci siamo scelti c’è tutto questo: il nostro omaggio alla tradizione teatrale più bella e il nostro respiro nuovo che si affaccia su questa grande Milano multietnica”

“Osoppo Theatre Valentina Cortese” è sito in via Osoppo, 2, Milano
Per maggiori info e prenotazioni: tel. 351 7835359 /info@osoppotheatre.com





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-03-2023 alle 19:24 sul giornale del 13 marzo 2023 - 100 letture






qrcode