Rescaldina (MI): vertenza Emerson, scongiurato licenziamento collettivo per 112 addetti del sito produttivo

1' di lettura 27/05/2022 - Dopo un lungo lavoro di Regione Lombardia, è stato raggiunto un 'accordo di transizione occupazionale' tra società, parti sindacali e ministeri interessati che ha trovato consenso unanime riguardo alla vertenza legata alla 'Emerson Automation Solutions Final Control Italia s.r.l', realtà storica nella produzione e fornitura di valvole industriali con sede a Rescaldina (MI).

Buone notizie, quindi, per i lavoratori della società americana a cui lo scorso febbraio era stata annunciata la chiusura definitiva del sito produttivo di Rescaldina, con un progetto di trasferimento della produzione all'estero.

Il piano raggiunto, a cui a cui hanno lavorato le parti coinvolte, garantirà a 112 lavoratori 12 mesi di Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria (CIGS) e ha come obiettivo primario la reindustrializzazione dello stabilimento: per il nuovo potenziale investitore le parti hanno concordato un importo pari a 10.000 euro per ogni dipendente che verrà assunto, con l'aggiunta di bonus.

Nel piano sono previste inoltre misure dirette a sostenere il reimpiego o l'autoimpiego dei lavoratori, la ricollocazione di parte dei lavoratori in altri stabilimenti del Gruppo Emerson e forme di incentivazione all'esodo volontario.

È stato avviato un percorso di durata annuale che vedrà Regione Lombardia protagonista nel supportare i lavoratori con mirate azioni di politiche attive del lavoro e nell'accompagnare la Emerson lungo la strada della reindustrializzazione.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-05-2022 alle 15:40 sul giornale del 28 maggio 2022 - 110 letture

In questo articolo si parla di lavoro, lombardia, regione lombardia, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/c9va