SEI IN > VIVERE LOMBARDIA > CRONACA
articolo

Milano: Lobby nera, indagata anche la donna che prese il trolley

1' di lettura
149

C'è una nuova persona indagata, la quarta, nell'inchiesta milanese per finanziamento illecito e riciclaggio scaturita dall'indagine di Fanpage sui presunti fondi in nero per la campagna elettorale di Fratelli d'Italia per le amministrative milanesi.

La quarta persona indagata è una collaboratrice di origine georgiane di Roberto Jonghi Lavarini, soprannominato il 'barone nero'. Si tratta della donna che ritirò il 30 settembre un trolley, mentre Jonghi Lavarini osservava a distanza, dove i giornalisti di Fanpage, in realtà, invece di denaro avevano messo libri. La Guardia di Finanza ha effettuato delle perquisizioni nell'inchiesta dei pm Basilone e Polizzi.

Le perquisizioni sono state effettuate, oltre che nell'abitazione della donna, anche in un'associazione che fa capo a lei, l'Associazione Culturale Internazionale Ecumenica Cristiana Italia Georgia Eurasia (Acigea), e sono stati sequestrati, oltre a documentazione cartacea, anche computer e dispositivi informatici. Sono in corso le analisi da parte degli investigatori nell'inchiesta coordinata dall'aggiunto Maurizio Romanelli e dai pm Piero Basilone e Giovanni Polizzi.

La donna, così come Jonghi Lavarini, l'eurodeputato di Fdi Carlo Fidanza e il commercialista Mauro Rotunno, è stata iscritta nel registro degli indagati per finanziamento illecito e riciclaggio perché avrebbe collaborato con il 'barone nero' nel cosiddetto 'caso della valigia'.



Questo è un articolo pubblicato il 05-11-2021 alle 15:33 sul giornale del 06 novembre 2021 - 149 letture