Linate: in partenza per Londra con i documenti falsi: arrestato dalla Polizia di Stato in aeroporto

1' di lettura 25/01/2021 - La Polizia di Stato ha arrestato un cittadino albanese di 23 anni per il possesso di documenti falsi, presso lo scalo aeroportuale di Milano – Linate.

I poliziotti dell’Ufficio di Polizia di Frontiera, durante i controlli dei voli in partenza per Londra, hanno arrestato il cittadino albanese, il quale aveva esibito una carta d’identità e una patente spagnola contraffatti.

L’agente, durante il controllo, ha posto alcune domande in lingua spagnola alle quali il passeggero non è riuscito a rispondere; successivamente, i documenti sono stati sottoposti ad accertamenti più approfonditi, anche mediante l’utilizzo di strumentazione tecnica in dotazione, all’esito del quale ne è stata accertata la contraffazione.

Posto davanti all’evidenza, il passeggero ha dichiarato di essere cittadino albanese, di aver attraversato la frontiera Schengen in Ungheria e di essere arrivato in Italia dopo aver soggiornato in vari paesi UE esibendo carte d’identità false.

Sottoposto a rito direttissimo per il reato di possesso di documenti falsi, il giudice, considerata la gravità dei fatti e la personalità del soggetto, ne ha disposto la custodia cautelare in carcere.






Questo è un articolo pubblicato il 25-01-2021 alle 16:56 sul giornale del 26 gennaio 2021 - 117 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, milano, lombardia, articolo, Antonello Staccioli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bK5p