Effetto nuovo Covid sulla Borsa Italiana: Ftse Mib a picco. Pioggia di vendite

1' di lettura 21/12/2020 - Seduta ad andamento negativo per la Borsa del 21 dicembre 2020.

Sulla scia delle news sul fronte sanitario inerenti la variante inglese del covid, su Ftse Mib, forti vendite sulle azioni del comparto energetico dopo il netto calo del petrolio. La possibilità che la nuova variante britannica del virus possa rinviare la ripresa della domanda, sta svantaggiando il future con consegna marzo sul Brent, in rosso del 4,3% a 50 dollari al barile.

Tra le commodity, il prezzo dell’oro ha ritracciato i guadagni iniziali e quota 1.877,54 dollari (-0,17%), mentre sul valutario l’eurodollaro quota a -0,6% a 1,21796.

Alle 13 il tonfo degli "energetici": il Ftse Mib perde il 2,69%, il Dax scende del 2,84% ed il Cac40 scende del 2,67%. Saipem perde il 4,77%, Tenaris il 4,01% ed Eni il 4,5%.

Intesa Sanpaolo (-3,25%) ha ceduto invece, di concerto con UBI Banca, crediti in sofferenza per 5,1 miliardi di euro.

Pier Silvio Berlusconi ha confermato che Mediaset (-3,25%) ha intenzione di costruire il polo europeo delle tv. Nel secondo semestre i ricavi pubblicitari sono cresciuti di circa il 4%.






Questo è un articolo pubblicato il 21-12-2020 alle 15:18 sul giornale del 22 dicembre 2020 - 184 letture

In questo articolo si parla di economia, redazione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bGBy