...

Poveri all'improvviso: lavoro fragile e insicurezza economica. Nel secondo trimestre del 2020 si registrano 841.000 occupati in meno rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, 1.310.000 persone inattive in più, che non cercano lavoro, e una riduzione di quasi 650.000 disoccupati come effetto di una forte sfiducia nella possibilità di trovare un impiego.


...

Durante la prima ondata della pandemia sono state rilevate 875 gravidanze di donne positive al SARS-CoV-2 e non è stata segnalata alcuna morte materna, il tasso di cesarei è stato in linea con quello nazionale registrato prima della pandemia. Lo affermano i dati del progetto sull'infezione da SARS-CoV-2 in gravidanza, al parto e in puerperio, coordinato dall'Italian Obstetric Surveillance System (ItOSS) dell'ISS, la rete di sorveglianza che dal 2013 raccoglie dati sulla mortalità materna e conduce studi di popolazione sulla grave morbosità materna.



...

Proseguono gli interventi di Anas per la riqualificazione delle pavimentazioni lungo la rete di competenza. Nel dettaglio a partire da lunedi 30 novembre e fino al 2 dicembre verrà istituito il senso unico alternato lungo la strada statale 526 "dell'Est Ticino" dal km 0,000 al km 4,867 dalle ore 7.30 alle ore 18.30, nei territori comunali di Magenta e Robecco sul Naviglio in provincia di Milano. 



...

Tutto sta cambiando e continuerà a cambiare in questi anni, anche in seguito alla pandemia. Per questo occorre davvero creatività e fantasia per pensare a come saranno le Olimpiadi Milano-Cortina 2026: chi sta lavorando a questo progetto ha l'occasione di immaginare il futuro.




...

Sono 131 i detenuti positivi al Coronavirus che si trovano attualmente nelle carceri lombarde sulla base dei dati inviati dal Prap al Garante dei detenuti del Consiglio regionale; di questi, 82 si trovano nel centro 'Covid-19' di San Vittore e 45 in quello di Bollate.





...

Dalla Conferenza Unificata giunge il sostegno alle scuole italiane che hanno scelto menù biologici per le proprie mense.



...

Il costo dei parlamentari a giustificazione delle ragioni per il Sì al referendum del 20-21 settembre è un argomento fallace e che, portato ai suoi estremi, porterebbe all’assolutismo. Il falso attacco alla casta diventa difesa demagogica della casta stessa.